Denti del giudizio. Quando rimuoverli?
COSA SONO?

Gli ottavi o terzi molari comunemente chiamati denti del giudizio, compaiono verso la maggiore età. Sono gli ultimi a formarsi nelle arcate dentarie e in certi casi possono anche ritardare la loro formazione o restare all’interno dell’osso.
I denti del giudizio in tutto sono quattro: due si trovano nell’arcata mascellare superiore e due sono nell’arcata mandibolare inferiore. Come precedentemente detto essendo gli ultimi denti a formarsi, spesso non trovano abbastanza spazio creando problemi a nervi, ossa e gengive.

QUANDO RIMUOVERLI?

Andiamo a vedere come e quando è necessaria l’estrazione dei denti del giudizio.

  • Esistono casi in cui ne è possibile la rimozione ancor prima della loro comparsa. Un nostro dentista saprà valutare se lo spazio per lo sviluppo di questi ultimi denti è sufficiente oppure se sia meglio intervenire con un’estrazione precoce per evitare successivi problemi;
  • Qualora la crescita dei denti del giudizio sia con un’inclinazione non corretta o restino parzialmente inclusi nell’osso minando la stabilità dei denti limitrofi. Spesso possono infatti creare delle tasche gengivali facilmente colonizzabili dai batteri che causano carie sui denti vicini;
  • Se si percepisce un gonfiore e un arrossamento o sanguinamento delle gengive, dolore a livello dell’orecchio, mal di testa frequenti e masticazione dolorosa è possibile che la causa di questi sintomi sia la crescita dei denti del giudizio e ne potrebbe essere necessaria la rimozione;
  • L’estrazione dei denti del giudizio è consigliata anche quando restano intrappolati nella gengiva. Questa condizione impedisce una corretta igiene e permette la formazione di batteri che potrebbero dare origine a serie malattie parodontali o ascessi ricorrenti;
  • I denti del giudizio possono essere responsabili di un affollamento dentale, anche in questo caso è bene rimuoverli per non causare fastidio nella masticazione, dolori facciali e problemi all’articolazione della mandibola.
COME PROCEDERE?

L’estrazione dei denti del giudizio è un’operazione svolta con un’anestesia locale che può causare gonfiore per alcuni giorni.

Prima di effettuare la rimozione dei denti del giudizio è di fondamentale importanza valutare l’anatomia del dente e la vicinanza con strutture anatomiche importanti da preservare assolutamente. Le radici dei denti del giudizio inferiori, ad esempio, sono spesso vicine al canale mandibolare, all’interno del quale decorre il nervo che trasmette la sensibilità dei denti e del labbro. Una incauta e non correttamente pianificata estrazione di questi denti potrebbe comportare un’alterzione della sensibilità (Parestesia) temporanea o in alcuni casi addirittura permanente di queste zone.

Per questo motivo nei nostri studi effettuiamo una Tac Cone Beam prima di questi interventi. Questo esame estremamente dettagliato ci consente di valutare tridimensionalmente i rapporti dei denti con le strutture anatomiche importanti da preservare.

Prenotando una visita senza impegno, un nostro dentista saprà consigliarvi il trattamento più adeguato alle vostre esigenze.